home > In Primo Piano > Rappuoli: potenti anticorpi per battere il virus

Rappuoli: potenti anticorpi per battere il virus

Martedì, 29 Settembre 2020

Foto/Video

Lo scienziato, MdL, fra i massimi esperti al mondo di vaccini, ha incontrato a Siena il presidente Giovati.

Sul “Magistero” ha anticipato i risultati dello studio di Toscana Life Sciences

E’ in spedizione il numero di settembre del “Magistero del Lavoro” dedicato alle storie e alle testimonianze dei Maestri del Lavoro al tempo del coronavirus.

In questo numero pubblichiamo, in anteprima, i risultati dello studio del prof. Rino Rappuoli, MdL, fra i massimi esperti al mondo di vaccini.

“Abbiamo ottenuto anticorpi potentissimi, che sono nella fase di sviluppo industriale e con cui speriamo di poter contribuire presto a contenere questa pandemia” è l’annuncio che ha fatto il prof. Rino Rappuoli, Maestro del Lavoro e Medaglia d'oro al merito della sanità pubblica, microbiologo, direttore scientifico e responsabile dell’attività di ricerca e sviluppo esterna presso GSK Vaccines di Rosia (Siena) al presidente della Federazione Nazionale Maestri del lavoro, Elio Giovati, che lo ha incontrato, qualche giorno fa a Siena, nel suo studio a Toscana Life Sciences.

Rappuoli ha scritto per la nostra rivista “Magistero del Lavoro”, l’organo ufficiale della Federazione Nazionale dei Maestri del Lavoro, la storia delle pandemie ed ha affermato che presto avremo le prime dosi di vaccino, ma per vaccinare la popolazione dovremo aspettare la seconda metà del prossimo anno: “Se tutto va come speriamo, avremo le prime dosi di vaccino verso la fine del 2020, ma dovremo aspettare la seconda metà del 2021 per avere le centinaia di milioni o i miliardi di dosi necessarie per vaccinare la popolazione mondiale”.

Nell’incontro con il nostro presidente Elio Giovati il pof. Rino Rappuoli molto si è soffermato sullo studio in corso, proprio nel laboratorio Toscana Life Sciences di Siena, sugli anticorpi monoclonali per battere il corona-virus i cui risultati ha presentato anche al Ministro della Sanità Roberto Speranza in visita a Siena. “Il prof. Rappuoli – ha detto il ministro – sta facendo un lavoro straordinario sugli anticorpi monoclonali fa cui verranno fuori presto farmaci efficaci”.

“Tra le tante terapie provate per migliorare le condizioni dei malati di Covid-19, - sostiene nel suo articolo sul “Magistero” Rino Rappuoli - la terapia del plasma è una di quelle che ha dato risultati promettenti. In questa terapia, si cercano i rari pazienti guariti dalla malattia che hanno titoli anticorpali contro la spike molto alti, si chiede loro di donare il sangue e si inietta poi il plasma ai pazienti malati. Gli anticorpi del paziente guarito così trasferiti al malato neutralizzano il virus e permettono loro di guarire più velocemente.  La terapia sembra funzionare ma ha il limite che è difficile trovare plasma ad alto titolo e ha sempre i rischi di sicurezza associati alle trasfusioni”.

“Grazie alla ricerca di tanti scienziati - aggiunge il prof. Rappuoli - ed in particolare dello scienziato italiano Antonio Lanzavecchia, oggi è possibile produrre in grandi quantità anticorpi umani contro virus e batteri e usarli in tutta sicurezza.  Per fare questo si parte sempre da sangue di pazienti convalescenti, e usando tecniche di laboratorio molto sofisticate si cercano tra i milioni di cellule quelle rarissime che producono gli anticorpi che neutralizzano la spike del virus”.

“Poi si sequenzia il codice genetico - conclude Rappuoli - che codifica gli anticorpi più potenti, si sintetizza un gene sintetico con la sequenza trovata e si inserisce in una cellula specializzata che con questo gene può produrre l’anticorpo in grandi quantità. L’anticorpo così prodotto può essere somministrato a persone già infette dal virus per guarirle, ma può anche essere dato a persone sane per renderle immuni dalla infezione. Nei laboratori della Toscana Life Sciences di Siena, siamo partiti da sangue di persone convalescenti provenienti dall’ Istituto Spallanzani di Roma e dall’Ospedale di Siena per ottenere anticorpi monoclonali che neutralizzano il virus”.

Nel numero del Magistero pubblichiamo anche alcune testimonianze dei Maestri: “In ospedale a combattere la battaglia per la vita”. E le storie e i casi di solidarietà: dai Consolati il contributo agli eroici medici ed infermieri. Ci sono articoli su come ripartire con Scuola-Lavoro ed alcune esperienze di “Didattica a Distanza”. Il numero si chiude con la videoconferenza del Consiglio Nazionale che ha approvato il bilancio previsionale rielaborato; con la prima Conferenza dei Consoli Regionali che hanno proposto i temi per il Convegno di Tropea; con il confronto delle Maestre che chiedono “di incentivare e promuovere una maggiore presenza delle donne nei ruoli apicali”. Infine, c’è il primo esempio di NATURA DI’ con il Giardino delle Stagioni ripulito dai Maestri del Lavoro di Forlì-Cesena e il lancio della nuova iniziativa della Federazione “Il lato artistico dei Maestri del Lavoro”. Buona lettura.

Gaetano Rizzuto

Direttore Magistero del Lavoro

 

Nelle foto: 

 L’incontro a Siena, presso Toscana Life Sciences, tra il presidente della Federazione Nazionale Maestri del Lavoro, Elio Giovati, e Rino Rappuoli, Maestro del Lavoro, Chief Scientist GSK, AD, direttore scientifico e responsabile dell’attività di ricerca e sviluppo GSK Vaccines di Rosia (Siena) dove stanno studiando gli anticorpi monoclonali contro il coronavirus.

 

L’ARTICOLO DEL PROF. RAPPUOLI RIPRESO DA GIORNAI, TV E SITI IN ITALIA E ALL’ESTERO

L’articolo sul Magistero del Lavoro del prof. Rino Rappuoli sulle storie delle pandemie e sullo studio degli anticorpi per neutralizzare il coronavirus è stato rilanciato dalle agenzie di stampa nazionali e pubblicato su diversi quotidiani, televisioni e siti italiani e stranieri. La notizia è stata ripresa dai quotidiani  Repubblica, La Nazione, Il Tempo di Roma, La Gazzetta di Parma, La Gazzetta di Siena, Il Gazzettino del Chianti, Prima TV, da diversi quotidiani locali e da molti siti italiani (Globalist, Sicrapress, Geomagazine, Trieste Caffè, Today.it, Toscana Oggi, Kongnews, You Università Palermo, RTA Live Campania, Papaboys,  Euroroma.net, ISnews). E’ stata pubblicata anche da quotidiani e siti stranieri in Spagna, Francia e Romania.



Stampa la Pagina Salva la Pagina in PDF